immagine interna

ANSA - Lino Banfi, non togliete ai nonni i figli dei divorziati

02/10/2017


Lino Banfi, non togliete ai nonni i figli dei divorziati Al Senato per Festa nonni, "Craxi mi chiese di fare il senatore" (ANSA) - ROMA, 2 OTT - "Vorrei cominciare a modo mio, dicendo 'cari reghezzi di una certa eta'', ma non lo posso fare , devo essere 'istituzionele'...". Comincia cosi' Lino Banfi il suo applauditissimo intervento nell'aula del Senato per la Festa dei nonni. "Mi fa piacere di portare l'onore di essere chiamato il nonno d'Italia, per la mia interpretazione di Nonno Libero. Il presidente Grasso mi ha detto che ormai potrebbero chiamarmi Lino di Mameli. A me fa molto piacere parlare in quest'aula che ha fatto l'Italia e che fara' tante altre cose belle". Poi racconta un retroscena che lo riguarda: " Un pezzo grosso, si chiamava Bettino, mi disse : 'Vuoi fare il senatore in Puglia? A te ti eleggono subito'. E io risposi: 'Ma io faccio ridere'. ' E perche', noi che facciamo?' rispose lui". La platea dei nonni ride e applaude, anche Grasso sorride. Poi Banfi passa a un tema molto sentito, quello delle difficolta' di vedere i nipoti di genitori separati: " I nostri figli succede che divorziano, si separano, e di mezzo ci vanno loro, i nostri nipoti. Le autorita' trovino delle leggi perche' non e' giusto che non ci facciano vedere i bambini. Ma vi pare giusto che dobbiamo ricorrere ai giudici per vedere i nostri nipoti?. Sono d'accordo sul fatto che e' meglio che i due genitori si separino, pero' fate vedere ai nonni questi ragazzi"