immagine interna

ANZIANI SOLI, DA SENIOR ITALIA FEDERANZIANI, WINDTRE E SIPEM SOS FEDERAZIONE IL NUMERO VERDE PER IL SUPPORTO PSICOLOGICO

ANZIANI SOLI, DA SENIOR ITALIA FEDERANZIANI, WINDTRE E SIPEM SOS FEDERAZIONE IL NUMERO VERDE PER IL SUPPORTO PSICOLOGICO

ANZIANI SOLI, DA SENIOR ITALIA FEDERANZIANI, WINDTRE E SIPEM SOS FEDERAZIONE IL NUMERO VERDE PER IL SUPPORTO PSICOLOGICO

 

IL NUMERO VERDE E’ STATO ATTIVO DAL 26 NOVEMBRE 2020 AL 26 FEBBRAIO 2021

 

Dopo le numerose chiamate ricevute durante il primo periodo del lockdown, il numero verde di Senior Italia FederAnziani, WINDTRE e SIPEM SoS Federazione, la Società Italiana di Psicologia dell’Emergenza, nato all’inizio della pandemia per supportare gli anziani soli, è di nuovo attivo da oggi, 26 novembre. Il servizio continuerà, pertanto, ad offrire aiuto a coloro che abbiano bisogno di ascolto e sostegno psicologico in questo prolungato periodo di isolamento.

Una recente indagine di Senior Italia FederAnziani, condotta sull’universo dei centri sociali per anziani aderenti alla federazione, ha mostrato come l’80% degli over 65 viva una condizione di difficoltà legata all’attuale scenario pandemico, e come il 57% della popolazione senior abbia praticamente azzerato la propria vita sociale e di relazione in questi mesi. 

Da qui la decisione di proseguire nell’iniziativa riattivando il numero verde 800.99.14.14, che sarà raggiungibile da telefono fisso e mobile, operativo dal lunedì alla domenica dalle ore 14.00 alle ore 19.00. Il numero è attivo anche nei giorni festivi e continuerà ad esserlo durante le festività natalizie, giornate più difficili per l’emergenza solitudine.

«Quattordici milioni di anziani in Italia in questi mesi hanno visto le loro vite cambiare radicalmente, hanno limitato fortemente ogni loro relazione sociale, anche con la famiglia; sono preoccupati, disorientati, non hanno nessuno con cui parlare e chiedono di non essere abbandonati in questo momento di grande difficoltà. E’ per supportare loro, specialmente quelli più soli e fragili, privi di reti sociali o supporti familiari già prima della pandemia, che Senior Italia FederAnziani e SIPEM SoS Federazione hanno deciso di rinnovare l’iniziativa del numero verde gratuito, già operativo nei mesi del lockdown, dal 6 aprile scorso fino al mese di luglio, offrendo loro un supporto psicologico attraverso una rete di qualificati professionisti» ha dichiarato Roberto Messina, Presidente Nazionale di Senior Italia FederAnziani.

«WINDTRE ha l’obiettivo di eliminare le distanze tra le persone. - afferma Tommaso Vitali, Direttore Marketing B2C di WINDTRE – Per questo, confermiamo il nostro impegno al fianco di Senior Italia FederAnziani e SIPEM SoS Federazione per fornire supporto agli anziani che stanno affrontando l’isolamento a causa dell’emergenza sanitaria. Abbiamo da subito creduto in questo progetto perché sostiene i nostri valori di vicinanza e di inclusività e siamo felici di mettere a disposizione la nostra rete per facilitare le relazioni sociali, anche a distanza». 

«L'emergenza COVID-19 sta continuando a mettere a dura prova la serenità psicologica della popolazione. – dichiara il Presidente Nazionale di SIPEM SoS Federazione Roberto Ferri - L'esperienza avviata durante il periodo più duro del lockdown attraverso l'istituzione del numero verde, ha confermato, nei numeri, l'estrema vulnerabilità delle persone anziane, soprattutto di quelle con patologie importanti preesistenti. L'ansia, il disorientamento, il disagio psicologico sono particolarmente sofferti laddove si interrompono o si limitano in maniera repentina i rapporti sociali e familiari, in quanto gli stessi sono importanti non solo per la prevenzione del declino cognitivo dell'anziano ma anche per la corretta percezione del sé, vale a dire di considerarsi una persona di valore ancora utile per gli altri. Nella precedente esperienza con il numero verde abbiamo riscontrato come per gli anziani avere a disposizione dei professionisti capaci di intercettare tali bisogni di socialità, consente di limitare l'ansia e la spersonalizzazione, aiutandoli a dare un senso a ciò che sta accadendo facendoli sentire meno soli ed angosciati nell'affrontare questa dura prova». 

 

VEDI LA LOCANDINA

SCARICA IL BANNER

 

 

Senior Italia FederAnziani

Senior Italia FederAnziani è la federazione delle associazioni della terza età fondata nel 2006 con lo scopo di tutelare i diritti e migliorare la qualità della vita delle persone Senior. La federazione riunisce numerose associazioni per un totale di 3.700 Centri Sociali per Anziani (CSA) su tutto il territorio nazionale ed oltre 3,8 milioni di persone aderenti. La sua missione è valorizzare il ruolo degli anziani, tutelare il diritto alla salute quale diritto fondamentale dell’individuo, sancito dalla Costituzione, sensibilizzare le Istituzioni per garantire equità nell’accesso alle cure, orientare le politiche sanitarie e sociali verso lo sviluppo di programmi che favoriscano una sana longevità e promuovano il benessere lungo tutto l’arco della vita.
Dall’inizio della pandemia Senior Italia FederAnziani è stata attiva con varie iniziative a supporto degli anziani fra cui, oltre alla prima edizione del numero verde, una campagna di comunicazione per prevenire e contrastare le truffe e le fake news legate al Coronavirus.
 

WINDTRE

WINDTRE, guidata da Jeffrey Hedberg, è l'operatore mobile numero uno in Italia e tra i principali gestori alternativi nel fisso. Fa parte del gruppo CK Hutchison Holdings Limited, azionista unico di WINDTRE. L’azienda è un player di riferimento nell’integrazione fisso-mobile e nello sviluppo delle reti in fibra di nuova generazione grazie anche all’accordo con Open Fiber per la realizzazione della rete in banda ultralarga in Italia. Per quanto riguarda la telefonia mobile, WINDTRE ha realizzato importanti investimenti nel processo di consolidamento della propria rete, definita ‘Top Quality’ da importanti istituti specializzati. Con circa 20.000 siti di trasmissione ‘5G ready’, la rete WINDTRE consentirà di implementare rapidamente lo standard di quinta generazione. Inoltre, garantisce un servizio voce di grande affidabilità ed è in grado di supportare i servizi ICT più innovativi, a vantaggio di famiglie e imprese.


La Società Italiana di Psicologia dell’Emergenza Social Support Federazione (abbreviato in SIPEM SoS Federazione)  
La Società Italiana di Psicologia dell’Emergenza Social Support Federazione è un’associazione senza scopo di lucro iscritta ai registi del volontariato di Protezione Civile delle regioni in cui opera e, a coronamento del 20° anniversario dalla fondazione, nel Gennaio 2019 è entrata ufficialmente nell’Elenco Centrale delle Organizzazioni di Volontariato del Dipartimento della Protezione Civile. SIPEM SoS  è attiva in situazione di micro e maxi emergenze sul territorio italiano per la prevenzione e la cura delle vittime e dei soccorritori a rischio di patologie psicologiche legate al trauma. SIPEM SoS è aperta a tutti i professionisti in ambito socio-sanitario e da vent’anni mette in campo équipe di psicologi formati in psicologia dell'emergenza. Fin dalla sua fondazione nel 1999 si è impegnata nei grandi eventi traumatici del nostro paese, compresi i terremoti di San Giuliano di Puglia (2002), dell’Aquila (2009), Emilia Romagna (2012) e Amatrice (2016) lavorando al fianco della Protezione Civile e delle Forze Armate sul campo e nelle tendopoli. Le sezioni regionali, attualmente tredici, hanno anche preso parte a numerose emergenze locali tra cui l’incidente della nave Norman Atlantic, l’incidente ferroviario di Pioltello, il Crollo del Ponte Morandi, la tragedia di Corinaldo e, attualmente, partecipano alle attività di Protezione Civile e Ordini degli psicologi regionali per il supporto psicologico delle persone coinvolte dall’emergenza Coronavirus. Grazie all’innovatività della propria visione e missione sociale, è attualmente presente nella Commissione Nazionale sulla Psicologia dell’Emergenza del Dipartimento di Protezione Civile ed in alcuni Gruppi di lavoro sulla psicologia dell’emergenza degli Ordini degli psicologi regionali. I soci e l’associazione hanno concorso alla pubblicazione di numerosi testi ed articoli sulla Psicologia dell’Emergenza.

Un ringraziamento a SharKom per la consulenza e la continuativa assistenza sul progetto.

Il supporto psicologico e la campagna di comunicazione sono stati resi possibili dal contributo non condizionato di: